fbpx

L’Argan: oro del deserto che nutre la cosmesi

L’Argan: oro del deserto che nutre la cosmesi
L’olio estratto dalla pianta di Argania spinosa nel sud del Marocco, più comunemente conosciuto come olio di Argan, è usato da sempre dalle Donne berbere come difesa dal sole e dalla sabbia, e per proteggere i neonati.
La foresta di Argan si estende per circa 800.000 ettari nella pianura del Souss e nel 1998 è stata dichiarata riserva della biosfera dall’UNESCO.

Come tutti gli oli vegetali, anche l’olio di Argan è apprezzato per le sue qualità nutritive, idratanti e cosmetiche su viso e corpo, come anche per i capelli e l’organismo in genere, tanto che viene prodotto anche in forma di integratore alimentare. Nel caso specifico, contiene l’acido linoleico (Omega 6) e l’acido alfa-linoleico (Omega 3), ed è inoltre ricco di acido citrico, tocoferolo e beta-carotene ed ha proprietà antiage, cicatrizzanti, riparatrici, protettive ed elasticizzanti, grazie alla sua ricchezza in antiossidanti, come la vitamina E, acidi grassi e flavonoidi.

Nella tradizione berbera, l’Olio di Argan viene offerto agli ospiti in segno di buon auspicio, tanto è il valore e l’impegno che c’è dietro la produzione di questo ingrediente: in una giornata con 100 chili di noccioli si produce solo 1 litro di olio di Argan. In un anno un albero di Argania spinosa produce circa 8 chili di semi.

OLIO DI ARGAN o BURRO DI KARITE’?

Domanda consueta, che tutti prima o poi fanno, è quale sia la differenza tra olio di Argan e Burro di Karité.

In realtà l’albero di Argania Spinosa e la Vitellaria Paradoxa (albero di Karité) crescono entrambi in Africa ed appartengono alla stessa famiglia di piante tropicali dette Sapotacee. Per questo, spesso vengono equiparati sotto molti punti di vista, ma tra le caratteristiche più evidenti che li differenziano troviamo la consistenza a temperatura ambiente: il burro di karité è solido, mentre l’olio di argan è liquido, e non solo!

Entrambi sono buoni idratanti ed emollienti, ma l’olio di Argan ha una concentrazione più alta di acidi grassi insaturi che ne favoriscono l’assorbimento sulla pelle, ed ha inoltre una profumazione più gradevole ed una consistenza che non lascia tracce di unto. L’argan inoltre nutre i capelli e li libera dall’effetto crespo, mentre il burro di karité agisce sulla morbidezza e pettinabilità solo che su alcune tipologie di capello, come ad esempio i capelli ricci, rischia di appesantire.

IL SUCCESSO DELL’OLIO DI ARGAN

Il successo di questo olio, protagonista di molte formulazioni cosmetiche, è che essendo molto versatile è impiegato in tantissimi prodotti sia per viso, corpo che capelli. Come olio da massaggio, viene accostato spesso ad un olio penetrante (Es.: Macadamia) così da superare l’untuosità che ne limita la penetrazione, ma è utilizzato anche nelle creme per il viso con effetto protettivo, nutriente, emolliente e rassodante. La sua azione antiossidante inoltre, neutralizza i radicali liberi e viene quindi pensato anche come ingrediente antirughe e rigenerante.

Come in natura per le Donne berbere, che lo utilizzano anche sui neonati, è molto efficace per le screpolature della pelle e per difendersi dagli agenti atmosferici; di recente inoltre è stata verificata anche una sua azione nel minimizzare le cicatrici di acne e varicella. Qualche goccia sulle labbra screpolate, le rende nuovamente morbide, ed il suo potere elasticizzante è utile anche per prevenire le smagliature; per questo se unito ad esempio all’olio di Mandorle, qualche goccia durante il bagno\la doccia è salutare in questo senso.

Nei prodotti per capelli invece, è consigliato come ristrutturante poichè la sua azione nutriente rigenera il capello donando brillantezza e lucentezza; un capello nutrito diventa un capello sano, e viene quindi rinforzato con l’effetto di prevenirne anche la caduta.
In caso di forfora è consigliata l’associazione con l’Eucalipto, Geranio o Tea Tree.

Il suo reperimento molto lavorato, ne fanno un prodotto non a basso mercato, per questo è consigliato sempre controllare se tra gli INCI viene dichiarata la pianta “Argania Spinosa” per essere sicuri della provenienza dell’estratto, e della sua autenticità. Oro del deserto, è un olio dalle grandi proprietà e merita sicuramente un ruolo di pregio nella skincare routine perchè in grado di intervenire in modo efficace in diverse condizioni di viso, corpo e capelli.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: